La Gorgone…stay tuned

La Gorgone…stay tuned

Primi giorni di dicembre. Metti una sera di fitta pioggia in cui due scrittori-speleologi si incontrano all’ombra dell’austera Basilica di Sant’ Eustorgio. Siamo nell’antico quartiere del Ticinese a Milano. Da lì a poco riaffiorano i ricordi, magari un po’ sbiaditi, di alcune esplorazioni speleologiche condotte nella basilica stessa, e nei suoi dintorni, più di vent’anni prima. Il più giovane dei due chiede all’altro notizie della cosiddetta “Galleria dei Sedili” che all’epoca non si riuscì ad esplorare in quanto completamente invasa dalle macerie. La fantasia e le supposizioni galoppano, complici una sera in cui Milano mette i brividi e un paio di birre weizen ghiacciate. I due decidono così di raccontare una storia noir che metta i brividi. Una di quelle in cui si narra di una certa Milano che in apparenza non esiste più, ma che sopravvive nel sottosuolo, in un complesso reticolo di canali sotterranei, cunicoli e passaggi. In quella sera è nata la Gorgone. Rimanete sintonizzati.

Ippolito e Gianluca

Un Convegno a Milano sul sottosuolo della città

Un Convegno a Milano sul sottosuolo della città

Il sottosuolo della città

 Mercoledì 12 dicembre 2018 presso la Centrale dell’Acqua di Metropolitana Milanese S.p.A. (Piazza Diocleziano n° 5) si terrà il Convegno:

Il sottosuolo della città. Spazi nella Milano nascosta”.

 Per l’Associazione S.C.A.M. parleranno Ippolito Edmondo Ferrario e Gianluca Padovan, sezione “Ambienti e tracce sotto la città di Milano”.

Si prega di confermare la partecipazione: ogni dettaglio è contenuto nell’allegato programma.

L’esplorazione di una ghiacciaia in un’ antica abbazia lombarda

L’esplorazione di una ghiacciaia in un’ antica abbazia lombarda

Sono proseguite oggi, giovedì 9 novembre 2018, le operazioni di esplorazione e studio degli ipogei presenti all’interno di una delle più antiche abbazie che sorgono alle porte di Milano. Presenti per lo Scam Gianluca Padovan, la Docente del Politecnico di Milano Maria Antonietta Breda e lo scrittore Ippolito Edmondo Ferrario. In questa occasione abbiamo avuto modo di vedere una ghiacciaia perfettamente conservata, che però nel tempo ha subito alcune modifiche.  Gianluca Padovan nel breve video ci racconta come funzionavano le ghiacciaie ed il loro utilizzo. In questa, in particolare, abbiamo evidenziato un’anomalia, rappresentata da un cunicolo, probabilmente un tempo comunicante con un attiguo pozzo distante a pochi metri dalla ghiacciaia. Nel pozzo stesso, nella precedente esplorazione, abbiamo infatti trovato la tamponatura in mattoni di un cunicolo che potrebbe essere quello che lo collegava alla ghiacciaia o all’ambiente che sorgeva prima di essa. Buona visione.

 

 

Dragonesse, monumenti e acque del passato a Milano

Dragonesse, monumenti e acque del passato a Milano

Gianluca Padovan, con cui condivido amicizia e impegni lavorativi da più di dieci anni, è un vulcano di idee e di propositi. Non l’ho mai visto inattivo, se non per quei brevi periodi che seguono la chiusura di un libro. La sua carica, la sua propensione al fare, sempre e comunque, lo ha portato spesso a percorrere sentieri che possono portare lontano dalla normale pratica speleologica. Ma questo è solo in apparenza. I risultati di queste sue divagazioni sono  ottimi e spesso originali. Con piacere vi invito a partecipare alla serata del 30 novembre 2018 presso Urban Center per vedere quale nuovo progetto editoriale sta per vedere la luce, progetto nato dall’incontro tra il vulcanico speleologo e l’artista vandeano Frantz Gauviniere le cui illustrazioni assomigliano più a visioni, a volte terrificanti. Restate sintonizzati.

Ippolito E.Ferrario

 

 

A grande richiesta ritorna a Milano lo spettacolo “256 Secondi. Piovono Bombe”

A grande richiesta ritorna a Milano lo spettacolo “256 Secondi. Piovono Bombe”

A grande richiesta, dopo il successo avuto negli anni precedenti, ritorna lo spettacolo scritto e diretto da Cesare Gallarini, allestito nell’ex ricovero antiaereo della scuola di via Bodio 22 a Milano. Cinque date, nel mese di ottobre, per rivivere e riflettere sul dramma dei bombardamenti sui civili. Uno spettacolo, unico, intenso, organizzato in quei locali sotterranei che furono autentico ricovero antiaereo durante il Secondo Conflitto Mondiale.

Prenotarsi presso Milanoguida: