URBAN CENTER MILANO.  I SEGRETI IN CITTÀ: dalle cripte ai passaggi sotterranei

URBAN CENTER MILANO. I SEGRETI IN CITTÀ: dalle cripte ai passaggi sotterranei

Grazie all’interessamento del dott. Alfredo Spaggiari, responsabile di Urban Center Milano, il 17 maggio 2018 si è tenuto il primo incontro sulla Milano Sotterranea in Galleria Vittorio Emanuele II.

Maria Antonietta Breda (Politecnico di Milano) ha presentato gli ospiti e introdotto la conferenza mostrando uno “spaccato” delle realtà sotterranee milanesi che gli speleologi dello SCAM hanno documentato nel libro Alla scoperta di Milano sotterranea, edito da Newton Compton.

Hanno quindi parlato Ippolito Edmondo Ferrario (Ass.ne S.C.A.M.), Paolo Galimberti (Fondazione IRCCS Ca’ Granda), Maria Cristina Giambruno (Politecnico di Milano), Chiara Salanti in vece di Gabriella Ragozzino (MilanoGuida) e Gianluca Padovan (Ass.ne S.C.A.M.).

La Libreria Parole & Pagine di Alessandra Papetti ha allestito un banchetto dov’era possibile acquistare alcuni libri pubblicati da Newton Compton Editori sul sottosuolo e il territorio di Milano. Non mancava, ovviamente, l’ultimo noir di Ferrario: Ultimo Tango a Milano(F.lli Frilli Editori).

La grande sala di Urban Center ha inoltre ospitato una mostra fotografica sulla Milano Sotterranea.

Il prossimo incontro è fissato per giovedì 14 giugno, ore 18.00.

 

 

Tre serate all’insegna di Milano Sotterranea presso Urban Center

Tre serate all’insegna di Milano Sotterranea presso Urban Center

Tre serate in cui parleremo di Milano sotterranea; lo faremo grazie all’ospitalità riservataci da Urban Center, spazio polifunzionale del Comune di Milano in Galleria Vittorio Emanuele. Passaggi segreti, cripte, canali, ma anche ricoveri antiaerei, bunker e tutto quello che il sottosuolo cittadino nasconde. Vi aspettiamo.

URBAN CENTER

Alla scoperta di Milano sotterranea Architetture sotterranee, passaggi segreti, cripte e gallerie da esplorare e documentare. Relatori: Ippolito Edmondo Ferrario, Gianluca Padovan.

17 maggio, ore 18.00 I segreti in città: dalle cripte ai passaggi sotterranei. Sotto di noi c’è un mondo fatto di cripte e passaggi segreti, che i nuovo libro Alla scoperta di Milano sotterranea documenta con duecento schede e numerosi percorsi storici. Le indagini sono state condotte dagli speleologi dell’Associazione S.C.A.M. (Speleologia Cavità Artificiali Milano) in più di vent’anni d’attività. Introduce: Alfredo Spaggiari (Responsabile di Urban Center Milano). Ospiti: Paolo Galimberti (responsabile Fondazione IRCCS Ca’ Granda), Maria Cristina Giambruno (professore ordinario in Restauro presso il Politecnico di Milano), Gabriella Ragozzino (fondatrice di MilanoGuida), Gianluca Padovan (Presidente S.C.A.M, speleologo, scrittore), Ippolito Edmondo Ferrario (scrittore, speleologo).

14 giugno, ore 18.00 Milano si difende: dalle mura medievali ai rifugi antiaerei. Con la “strada segreta di dentro”, menzionata da Leonardo da Vinci, e la nascita della “città fortificata perfetta” teorizzata da Averlino detto “il Filarete”, il percorso architettonico e storico conduce non solo ai passaggi segreti, ma anche ai resti delle mura rinascimentali urbane. Successivamente Milano costruirà nuove difese e nel XX secolo dovrà proteggere i civili dai bombardamenti aerei. Introduce: Alfredo Spaggiari (Responsabile di Urban Center Milano). Ospiti: Laura Barbirato (preside della Scuola primaria Giacomo Leopardi), Maria Fianchini (professore associato in Tecnologia dell’Architettura), Gabriella Ragozzino (fondatrice di MilanoGuida), Edgardo Tezzon (Direttore dell’Arena Civica).

28 giugno, ore 18.00 Dal sottosuolo la vita: acquedotto e fognatura nella città che si evolve. Fino dagli albori del tempo l’acqua potabile dei Milanesi proveniva dai pozzi e sempre grazie a questi il moderno Acquedotto Civico utilizza l’acqua di falda a partire dal 1889. Le opere sotterranee conducono dall’uso dell’acqua al suo smaltimento mediante le opere di fognatura, che a ben vedere sono costituite da straordinarie architetture. Celati sotto i nostri ignari piedi rimangono inoltre chilometri e chilometri d’antichi canali, oggi voltati e non più alla luce del sole. Introduce: Alfredo Spaggiari (Responsabile di Urban Center Milano). Ospiti: Ospiti: Maria Antonietta Breda (Architetto e Storica dell’architettura), Maurizio Brown (già Direttore Acque reflue e Depurazione), Carlo Carrettini (già Direttore Acquedotto).

 

Arena Civica di Milano

Arena Civica di Milano

Il Laboratorio didattico di Conservazione delle architetture complesse del Politecnico di Milano, i cui docenti sono Elsa Garavaglia, Maria Cristina Giambruno e Franco Guzzetti, ha intrapreso per l’anno accademico 2017-2018 la definizione di un progetto di conservazione e uso ad impianto sportivo dello storico complesso dell’Arena Civica “Gianni Brera” di Milano.

L’attività didattica coinvolge una trentina di studenti del primo anno del Corso di Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni. Tra le fasi dell’esperienza didattica, concordata con l’Amministrazione comunale, vi è lo studio degli ambienti ipogei e in particolare del sistema di canalizzazioni e di rogge che consentiva l’allagamento dell’Arena per le naumachie ottocentesche e che ancora oggi è ben conservato nel sottosuolo. Questo approfondimento è stato affidato all’Associazione Speleologia Cavità Artificiali Milano (della Federazione Nazionale Cavità Artificiali) che ha fatto alcuni sopralluoghi con reportage fotografico e studio dei condotti.

Il lavoro si concluderà tra qualche mese.